Salta ai contenuti


Cittàmetropolitana di Torino

ORGANIGRAMMA

Direzione Generale - Pianificazione, programmazione e controllo strategico_A50

Testo vigente dal 01.09.2019

  1. Progettazione e presidio della pianificazione, programmazione e controllo (PPC)
    • Progetta e presidia il sistema unitario ed integrato di PPC, in cui i diversi strumenti di pianificazione e programmazione generale, di gestione e di successivo controllo sono tra loro direttamente collegati e integrati ed è inoltre assicurato il raccordo e la coerenza con gli strumenti di pianificazione e programmazione di tipo settoriale, gestito sul piano operativo dall'unità specializzata "Audit – PPC"

Audit; Controllo di Gestione_A53

(Unità specializzata di livello non dirigenziale)
Struttura ricollocata presso la Direzione Generale a decorrere dal 01.09.2019

  1. Predisposizione documenti di programmazione
    • Assicura, a partire dalle indicazioni della Direzione Generale ed in raccordo con tutte le direzioni dell'Ente, la predisposizione e l'aggiornamento della parte relativa agli obiettivi strategici ed operativi del Documento Unico di Programmazione (DUP)
    • Predispone ed aggiorna, a partire dalle indicazioni della Direzione Generale ed in raccordo con tutte le direzione dell'Ente, il PEG ed il PDO
    • Definisce, a partire dalle indicazioni della Direzione Generale, indicatori e target degli obiettivi di DUP, PEG e PDO, coordinando il relativo processo di negoziazione
  2. Piano della performance
    • Coordina la predisposizione del Piano della performance, mettendo a sistema i documenti di programmazione già previsti, completandoli con le informazioni relative alle attività ordinarie  e consolidate ed integrandole con le diverse azioni trasversali, quali ad esempio trasparenza, prevenzione della corruzione, comunicazione
    • Elabora ed aggiorna, a partire dalle segnalazioni delle direzioni dell'Ente, l'elenco dei procedimenti amministrativi dell'Ente e dei relativi termini massimi di conclusione, effettuando le attività istruttorie per l'assunzione delle decisioni discrezionali di competenza degli organi di governo e della Direzione Generale
    • Definisce, a partire dalle indicazioni della Direzione Generale, indicatori, target ed obiettivi di miglioramento per la misurazione e valutazione delle attività ordinarie e consolidate
  3. Predisposizione e gestione sistema di misurazione delle attività dell'Ente
    • Definisce, realizza e dirige un sistema unitario di misurazione delle attività dell'Ente, utilizzabile in modo differenziato e flessibile per le diverse esigenze di rendicontazione e valutazione ed idoneo altresì a promuovere un costante riallineamento della pianificazione strategica e della programmazione pluriennale in relazione al monitoraggio dell'attuazione degli obiettivi operativi e gestionali
    • Propone ed elabora metodi, strumenti e modalità, inclusa l'introduzione di indicatori innovativi o di differente tipologia, per le attività di controllo
    • Supporta il Nucleo di Valutazione nella definizione della proposta di sistema di misurazione e valutazione della performance
  4. Monitoraggio, misurazione e rendicontazione dell'attività dell'Ente
    • Monitora l'andamento degli obiettivi di DUP, PEG e PDO elaborando e mettendo a disposizione le relative informazioni ai soggetti interessati
    • Verifica efficienza, efficacia ed economicità dell'azione amministrativa, al fine di ottimizzare, anche mediante tempestivi interventi correttivi, i rapporti che le esprimono.  Effettua analisi e predispone report volti alla verifica della qualità e dell'efficienza dei servizi offerti finalizzati a supportare la valutazione delle performance
    • Fornisce le informazioni disponibili e supporta il Nucleo di Valutazione nelle sue competenze relative al controllo strategico, alla misura e valutazione della performance
    • Predispone i documenti di rendicontazione relativi agli obiettivi fissati con il DUP, il PEG ed il PDO
    • Coordina le pubblicazioni di informazioni previste dalla normativa in materia di incarichi professionali e ne monitora la spesa
  5. Referti per soggetti esterni
    • Coordina l'elaborazione della relazione al Conto annuale per la Ragioneria Generale dello Stato, curando la coerenza e l'affidabilità dei dati ed il raccordo con la direzione Risorse Umane
    • Predispone il referto del controllo di gestione (art.198 del TUEL) e quello sulla regolarità della gestione e sull'efficacia del sistema dei controlli interni (art.148 TUEL)
  6. Audit interno
    • Progetta, programma e conduce le attività di verifica delle informazioni e rendicontazioni fornite dalle direzioni dell'Ente