Cittàmetropolitana di Torino

BIBLIOTECA STORICA

ESPERIENZA AUTOMAZIONE

La realizzazione del progetto di un Servizio Bibliotecario Nazionale è stata senza dubbio l'iniziativa più innovativa nel settore delle biblioteche pubbliche in questi ultimi anni. Ha permesso infatti un rapido accesso al patrimonio bibliografico posseduto dalle biblioteche italiane e ha trasformato la biblioteca da un organismo di conservazione delle proprie raccolte a centro di informazione, relativa non solo al proprio posseduto ma anche a quello di molte altre biblioteche.

La Biblioteca di Storia e Cultura del Piemonte, convenzionata con la Regione Piemonte da molti anni, partecipa al lavoro di schedatura in SBN dalla fine del 1988. Per quanto riguarda la gestione soggetti, la Biblioteca ha un proprio soggettario suddiviso per "personaggi", "luoghi", e "materie", ma può recuperare e recupera dal sistema SBN diversi soggetti propri del soggettario di Firenze, in quanto compatibili e inseribili nel proprio soggettario.

Continua la produzione e la stampa da SBN delle tradizionali schede cartacee per titolo, autore e soggetto, a tutt'oggi ancora utili e in gran parte insostituibili per la ricerca a catalogo da parte degli utenti. In sala lettura è installato un computer che consente ai lettori l'interrogazione a catalogo o dell'OPAC direttamente dal programma informatizzato.

Collegati con l'Indice, (praticamente l'intera rete SBN), i ricercatori e gli studiosi hanno a disposizione centinaia di migliaia di titoli di opere possedute da varie biblioteche italiane; si tratta per lo più di titoli di materiale librario pubblicato dall'anno 1831 ad oggi, cioè delle pubblicazioni considerate editorialmente moderne.