Minori e famiglie in separazione

Mediazione e consulenza famigliare

Sportello Mediazione presso URP Sportello del cittadino del Tribunale Ordinario
Video sullo Sportello Mediazione
Moduli per separazione consensuale

INCONTRO INFORMATIVO DI GRUPPO PER GENITORI IN SEPARAZIONE
OGNI PRIMO LUNEDÌ DEL MESE
a partire da LUNEDÌ 4 FEBBRAIO 2019
Presso l'URP del Tribunale di Torino - Sportello del Cittadino
DALLE ORE 11.00 ALLE ORE 13.00
opuscolo illustrativo (pdf 500 KB)

 

La Mediazione familiare è un percorso a sostegno della riorganizzazione dei legami in vista o in seguito alla separazione o al divorzio, affinché i genitori, nonostante la separazione, condividano la responsabilità genitoriale. Si tratta di riuscire a mantenere un rapporto equilibrato e continuativo con i figli, nella consapevolezza che il persistere delle conflittualità può comportare un serio rischio evolutivo per i figli, nonché l'affievolimento o la perdita dei rapporti con il genitore non più convivente e con il suo ambito parentale.

Il Mediatore familiare è un professionista con una formazione specifica conseguita presso scuole accreditate e riconosciute nel rispetto della Carta Europea dei Mediatori familiari (1992). Egli opera in rigorosa autonomia dall'ambito giudiziario, nella garanzia del segreto professionale, per facilitare genitori in separazione nella ricerca di un accordo durevole e condiviso, soddisfacente e rispettoso dei bisogni di tutti e soprattutto dei bambini. Il mediatore interviene solo dietro richiesta dei diretti interessati; l'invio da parte dei magistrati è subordinato al consenso delle parti. Legge 8 febbraio 2006, n. 54  "Disposizioni in materia di separazione dei genitori e affidamento condiviso dei figli", al consenso delle parti.

 

Due articoli della Stampa sulle separazioni consensuali presso il Tribunale di Torino del 10 e 11 settembre 2019

Il metodo di lavoro del Presidente del Tribunale di Torino per lo smaltimento degli arretrati delle separazioni consensuali viene raccontato nell'articolo del 10 settembre 2019 apparso sul quotidiano LA STAMPA, che ha per titolo: " Ecco la separazione "lampo" con 179 coppie a ogni udienza" (pdf 260 KB) . Trattasi di pratichedi separazione consensuali ultraveloci avviate con procedura telematica. Allo sfogo di un difensore che afferma "Tutti ammassati nell'androne come pecore" replica il Presidente Massimo Terzi: "Bisognerebbe chiedere alla gente se preferisce aspettare mesi per una separazione oppure sentirsi "pecora" per qualche ora e risolvere il problema".
Nell'articolo viene citato anche lo "Sportello del cittadino" per le separazioni fatte senza avvocato, in cui vengono offerte indicazioni e si ricevono le pratiche cartacee.

Nell'articolo apparso l'indomani, 11 settembre, sempre su LA STAMPA, intitolato "Le separazioni - lampo non rispettano la famiglia" (pdf 289 KB) , l'avvocato dell'Associazione padri separati esprime perplessità sulla procedura ultra rapida, mentre per l'Ordine degli Avvocati tale metodo ha apportato soltanto benefici: " Per le persone è importante avere un provvedimento certo in tempi brevi".

 


Tavolo di Coordinamento interprovinciale dei Mediatori Familiari e dei conduttori di Gruppi di Parola 

Referente: Laura Gaiotti
Corso Inghilterra n. 7 - 10138 Torino
tel. 011.8616388
e-mail: laura.gaiotti@cittametropolitana.torino.it

Presso il Servizio Politiche Sociali e di Parità della Città Metropolitana è attivo dal 2001 il " Tavolo di Coordinamento dei Servizi pubblici di Consulenza e Mediazione familiare allargato agli operatori delle altre province piemontesi " - formalizzato con Delibera G.P. 11560 del 30 marzo 2010 - un gruppo di lavoro formato da Consulenti e Mediatori Familiari e Conduttori di Gruppi di Parola che operano all'interno dei Centri per le Famiglie presenti sul territorio. Detto Tavolo consente, nel rispetto delle specificità territoriali, scambio, rielaborazione di esperienze e raccordo tra le diverse iniziative per la cura ed il sostegno dei legami familiari e la salvaguardia dei minori esposti a conflittualità separative.

Nel corso del tempo si sono promossi percorsi formativi di vasta area per aggiornare ed attrezzare professionalmente gli operatori territoriali che lavorano nel vivo delle conflittualità familiari.
Attraverso l'ambito formativo, su iniziativa del Tavolo, sono stati diffusi nella realtà territoriale piemontese i Gruppi di Parola per figli di genitori separati, che si stanno proponendo come una valida opportunità per migliorare la comunicazione nel nucleo familiare diviso, aiutare bambini o adolescenti a superare il momento difficile della separazione e ritrovare fiducia in se stessi e nei genitori.