Missione 3

Missione 3 - Infrastrutture per una mobilità sostenibile

La missione mira a rendere, entro il 2026, il sistema infrastrutturale più moderno, digitale e sostenibile. Gli investimenti previsti si pongono in linea con quanto previsto dall'attuale Piano Nazionale Integrato Energia e Clima (PNIEC). L'attuale sistema delle infrastrutture del trasporto in Italia sconta carenze e ritardi che hanno effetti significativi sul potenziale di crescita e sulla competitività del Paese. Tale debolezza è acuita dal permanere di forti divari territoriali, che travalicano l'usuale differenza fra Nord e Sud; ma anche tra aree urbane e aree interne e rurali, che rappresentano un forte ostacolo alla convergenza economica e sociale e determinano livelli di qualità dei servizi di trasporto molto difformi sul territorio; limitano di fatto le possibilità di movimento delle persone, lasciando intere comunità isolate; e rappresentano un forte ostacolo alla convergenza economica.

La Missione possiede un budget di 31,46 miliardi di euro, che corrisponde al 13,38% dell'importo totale del PNRR, di cui 25,40 miliardi dal Dispositivo per la Ripresa e la Resilienza, 6,06 miliardi dal Fondo complementare.

 

mis3-3

Si articola in 2 Componenti:

  • C1. Investimenti sulla rete ferroviaria
  • C2. Intermodalità e logistica integrata

Sulla Missione, al momento, la Città metropolitana di Torino non gestisce misure di intervento.


Ultimo aggiornamento: 27 giugno 2022