Il rapporto di lavoro

Progetto

Novità Jobs Act

Superamento del contratto a progetto che non potra’ piu’ essere stipulato alla data di entrata in vigore del decreto. Rimangono in vigore i contratti in atto.

Dal 1° Gennaio si applica il lavoro subordinato ai rapporti di collaborazione in caso di prestazioni personali, continuative, ripetitive e organizzate dal committente.
ECCEZIONE:
Disciplina negli accordi collettivi;
Professioni intellettuali con iscrizione ad albo;
Attività in organi di amministrazione;
Attività per società sportive dilettantistiche

Definizione

E' un contratto di lavoro parasubordinato tra committente e collaboratore per la realizzazione di un progetto.
Si richiede che il progetto sia specifico, determinato dal committente e gestito autonomamente dal collaboratore (non è più previsto che il progetto possa essere ricondotto ad un "programma di lavoro o fase di esso"). Il progetto deve essere funzionalmente collegato a un determinato risultato finale e non può consistere in una mera riproposizione dell'oggetto sociale del committente. Per l'esecuzione del progetto non è ammesso lo svolgimento di compiti esecutivi e ripetitivi.

Caratteristiche

Il contratto di lavoro a progetto deve essere redatto in forma scritta e deve indicare, a fini della prova, i seguenti elementi:
- la durata determinata o determinabile della prestazione di lavoro;
- la descrizione del progetto, con individuazione del suo contenuto caratterizzante e del risultato finale che si intende conseguire;
- il corrispettivo e i criteri per la sua determinazione, nonché i tempi e le modalità di pagamento e la disciplina dei rimborsi spese;
- le forme di coordinamento del lavoratore a progetto con il committente;
- le eventuali misure per la tutela della salute e sicurezza del collaboratore a progetto;
N.B. Per le Attività di ricerca scientifica: se il contratto ha per oggetto un'attività di ricerca scientifica e questa viene ampliata per temi connessi o prorogata nel tempo, il progetto prosegue automaticamente.

Compenso economico

Il compenso non può essere inferiore ai minimi stabiliti dai CCNL applicati alle mansioni equiparabili svolte dai lavoratori subordinati. In assenza di contrattazione collettiva si fa riferimento alle figure professionali analoghe a quello del collaboratore a progetto.

Sospensione del contratto

In caso di gravidanza: sospensione del rapporto contrattuale, senza erogazione del corrispettivo. La durata è prorogata di 180 giorni.

La malattia e l'infortunio del lavoratore comportano solo la sospensione del rapporto che però non è prorogato e cessa alla scadenza indicata nel contratto o alla fine del progetto, programma o fase di lavoro. Il committente può comunque recedere se la sospensione si protrae per un periodo superiore a un sesto della durata stabilita nel contratto (quando determinata) ovvero superiore a 30 giorni per i contratti di durata determinabile.

Attività per più committenti

Il collaboratore può svolgere attività a favore di più committenti, salvo diverso accordo.Il collaboratore a progetto non deve svolgere attività in concorrenza con i committenti né, in ogni caso, diffondere notizie e apprezzamenti attinenti ai programmi e alla organizzazione di essi.

Contribuzione

Per il versamento dei contributi i Lavoratori a Progetto devono iscriversi alla Gestione Separata Inps. La contribuzione è posta per 2/3 a carico del committente e per 1/3 a carico del lavoratore.

Estinzione del contratto

I contratti di lavoro a progetto si risolvono al momento della realizzazione del progetto che ne costituisce l'oggetto.
Le parti possono recedere prima della scadenza del termine per giusta causa.
Il committente può altresì recedere prima della scadenza del termine qualora siano emersi oggettivi profili di inidoneità professionale del collaboratore tali da rendere impossibile la realizzazione del progetto.
Il collaboratore può recedere prima della scadenza del termine, dandone preavviso, nel caso in cui tale facoltà sia prevista nel contratto individuale di lavoro.

Contratti per i quali non si applica il progetto

- Agenzia e rappresentanza;
- Collaborazioni occasionali (durata non superiore a 30 gg. e di compenso non superiore a 5 mila euro nell’anno solare per il medesimo committente);
- Professioni intellettuali con iscrizione all’albo;
- Collaborazioni con società sportive dilettantistiche;
- Incarichi in organi di amministrazione e controllo di società;
- Persone che percepiscono pensione di vecchiaia;
- Attività in call center outbound di vendita diretta di beni e attività di servizi (il progetto è ammissibile, purché sia definito un corrispettivo congruo dalla contrattazione collettiva nazionale di riferimento).