Collocamento ordinario

Definizioni

ADOLESCENTI

Minori di età compresa fra i 15 e i 18 anni compiuti che non siano più soggetti all'obbligo scolastico.

GIOVANI

Soggetti di età superiore ai 18 anni e fino a 25 anni compiuti o, se in possesso di diploma universitario di laurea, fino a 29 anni compiuti, ovvero la diversa superiore età definita in conformità agli indirizzi dell'Unione europea.
Si precisa che la categoria dei giovani si applica fino al giorno del compleanno (compreso) del 25esimo o 29esimo anno di età. Tale definizione si riferisce a requisiti soggettivi che valgono a prescindere da altri fattori (non rileva ad esempio la qualifica con cui il lavoratore è assunto).

STATO DI DISOCCUPAZIONE

L'art. 1 del D.lgs 297/02 definisce in termini nuovi lo stato di disoccupazione.
Questo si riconosce al soggetto quando ricorrano contestualmente le seguenti tre condizioni:

  1. essere privo di lavoro;
  2. essere immediatamente disponibile al lavoro;
  3. aver concordato le modalità di ricerca attiva del lavoro con i servizi competenti.
  1. Con riferimento alla prima condizione, il mancato svolgimento di un'attività lavorativa è oggettivamente dimostrato dall'assenza di un rapporto di lavoro subordinato, di un'attività di lavoro autonomo e di qualsivoglia tipologia lavorativa contrattualmente e giuridicamente vigente. Tuttavia lo stato di disoccupazione si conserva in caso di svolgimento di qualsiasi attività lavorativa tale da assicurare un reddito annuale non superiore al reddito minimo personale escluso da imposizione.
    Tale soglia di reddito non si applica ai lavoratori socialmente utili.
  2. La seconda condizione si realizza con la dichiarazione di immediata disponibilità che il cittadino ha l'onere di fornire al Centro per l'Impiego competente per domicilio.
    Il D.Lgs. 297/02 di riforma del collocamento indicava nel 29 luglio 2003 il termine per la dichiarazione di immediata disponibilità al lavoro.
    Nei Centri per l'Impiego della Provincia di Torino, per agevolare tutte le persone interessate, il termine per le dichiarazioni di disponibilità era stato prorogato al 31 dicembre 2003.
    Questo termine era rivolto ai disoccupati già iscritti nelle vecchie liste del collocamento che intendevano conservare l'anzianità maturata.
  3. La terza condizione è verificata dall'impegno di accettare azioni di ricerca attiva del lavoro proposte dai Centri per l'Impiego: tirocini, formazione professionale, orientamento, reinserimento lavorativo, interventi di miglioramento della propria occupabilità.
DISOCCUPATI DI LUNGA DURATA

Coloro che, dopo aver perso un posto di lavoro o cessato un'attività di lavoro autonomo, siano alla ricerca di una nuova occupazione da più di 12 mesi o da più di 6 mesi se giovani;

INOCCUPATI DI LUNGA DURATA

Coloro che, senza aver precedentemente svolto un'attività lavorativa, siano alla ricerca di un'occupazione da più di 12 mesi o da più di 6 mesi se giovani;

DONNE IN REINSERIMENTO LAVORATIVO

Donne che, già precedentemente occupate, intendano rientrare nel mercato del lavoro dopo almeno 2 anni di inattività.

SERVIZI COMPETENTI

Centri per l'impiego di cui all'art.4, c.1, lett.a) del D.lgs.469/97, e gli altri organismi autorizzati o accreditati a svolgere le previste funzioni.