Europa

Progetto METRO

Il ruolo e le prospettive future della politica di coesione europea nella pianificazione strategica delle aree e città metropolitane europee



Logo Espon

 


Il PROGRAMMA ESPON 2020
Il programma ESPON 2020 (Inspire Policy Making with Territorial Evidence) supporta i processi di sviluppo territoriale a livello locale, regionale e nazionale in Europa riunendo responsabili politici che condividono gli stessi tipi di sfide e che sono alla ricerca di nuove evidenze territoriali in una prospettiva europea.
Il programma ESPON 2020 sostiene il processo decisionale territoriale fornendo le necessarie evidenze scientifiche, mettendo in rete gli attori chiave e i decision maker a livello europeo, promuovendo in questo modo il ruolo del territorio come luogo in cui avvengono le interconnessioni e i flussi di conoscenza.
Tra gli strumenti messi a disposizione dal programma ESPON 2020, le Targeted Analyses permettono a gruppi di portatori di un interesse comune a livello europeo (Stakeholders) di analizzare lo stato dell'arte e di disegnare scenari futuri – attraverso il finanziamento di un'attività di ricerca europea di alto livello.

LA NOSTRA PROPOSTA: Il ruolo e le prospettive future della politica di coesione europea nella pianificazione strategica delle aree e città metropolitane europee
Le aree e le città metropolitane sono raramente coinvolte nella definizione di programmi e strategie relative all'attuazione della politica di coesione. In effetti, i fondi SIE (fondi Strutturali e d'Investimento Europei) sono spesso gestiti su scala nazionale e regionale 1.
La questione è diventata sempre più rilevante: è previsto che l'80% della popolazione europea vivrà nelle aree urbane entro il 2050 e il 68% del PIL in Europa nel 2014 è stato generato nelle regioni metropolitane. Questa situazione comporta di conseguenza una mancata corrispondenza tra la concentrazione del PIL, l'ammontare della popolazione da un lato e il volume delle risorse della politica di coesione gestite dall'altra parte. L'assenza di aree e città metropolitane nella gestione o implementazione sul territorio dei fondi SIE ha conseguenze negative sull'efficacia delle politiche 2.

Viceversa, le città metropolitane possono svolgere un ruolo cruciale nell'attuazione dello sviluppo urbano sostenibile, secondo i principi di sviluppo territoriale integrato, adottando una prospettiva politica ancorata al territorio attraverso l'implementazione di adeguati Inspire Policy Making with Territorial Evidence strumenti come il CLLD (Community Local Led Development) e l'ITI (Investimento Territoriale Integrato).

La ricerca intende colmare il divario sullo stato dell'arte delle interrelazioni tra aree metropolitane e città e politica di coesione e contribuire con prove scientifiche alla futura strategia regionale e nazionale.

1 AMB, 2016; EUROCITIES, 2017
2 EUROCITIES, 2017

L' obiettivo politico della ricerca riguarda l'identificazione di evidenze empiriche e scientifiche a sostegno di un maggiore coinvolgimento delle città metropolitane nella programmazione della politica di coesione a livello nazionale e regionale.


I PARTNER E LE RETI PARTECIPANTI


Città Metropolitana di Torino, in qualità di capofila, è un ente pubblico responsabile di redigere e attuare piani territoriali e strategici su scala metropolitana, è attualmente riconosciuto come Organismo Intermedio su alcune policy regionali.
Area Metropolitana di Barcellona , ente pubblico, ha firmato un accordo con il governo regionale catalano per le azioni metropolitane (FESR). Dirige l'iniziativa Autorità metropolitane europee (EMA), con oltre 30 aree metropolitane coinvolte.
Area metropolitana di Lisbona, ente pubblico, funge da Organismo Intermedio e ha esperienza nell'implementazione di ITI. Redige e gestisce la strategia di sviluppo metropolitana.
Comune di Brno, ente pubblico, funge da Organismo Intermedio e ha esperienza nell'implementazione di ITI su scala metropolitana.
Area metropolitana di Danzica-Gdynia-Sopot, ente pubblico, funge da Organismo Intermedio per ITI con un portafoglio di 133 progetti (€ 260 mln).
Comune di Firenze, funge da Organismo Intermedio per l'implementazione del PON per le aree metropolitane.
Métropole de Lyon, ente pubblico, funge da Organismo Intermedio di risorse SIE
Brussels-Capital Region, ente pubblico, funge da agenzia di pianificazione per conto della Regione di Bruxelles-Capitale, partecipando alla pianificazione territoriale e strategica.
Consiglio Comunale di Riga -Dipartimento di sviluppo, responsabile della pianificazione territoriale e strategica del territorio di Riga

Metropolis – World Association of the major metropolises. Persegue l'obiettivo di collegare i leader politici e tecnici di tutto il mondo al fine di promuovere gli interessi metropolitani e migliorare la capacità delle metropoli nell'affrontare le sfide locali e globali, condividendo le competenze mondiali sulla governance metropolitana. In linea con l'Agenda Urbana Europea e i Sustainable Development Goals.

EUROCITIES – The network of major European cities. Il network, costituito da più di 180 governi locali, collabora con le istituzioni UE al fine di adattare le iniziative comunitarie ai bisogni dei cittadini.
L'obiettivo è rafforzare il ruolo che i governi locali dovrebbero svolgere in una struttura di governance multilivello, lavorando per spostare il focus della legislazione dell'UE in un modo da consentire ai  governi delle città di affrontare le sfide strategiche a livello locale.
Oltre a 6 gruppi tematici, EUROCITIES ha un working group sulle Aree Metropolitane ed un altro sulla politica di coesione. Le presidenze dei due working groups citati sono partner del progetto METRO.ce

Il valore aggiunto della partecipazione delle due reti, tenuto conto della loro attività di advocacy della dimensione metropolitana, è evidentemente quello di consentire ai risultati della ricerca di risalire lungo la catena decisionale europea, permettendo di migliorare il posizionamento delle aree funzionali all'interno della programmazione della politica di coesione europea.
Anche l'Autorità di Gestione del programma di cooperazione transfrontaliera Italia – Francia ALCOTRA ha riconosciuto il valore aggiunto dell'iniziativa e dichiarato il proprio interesse ad essere informato dei lavori e dei risultati del progetto.

Referente del progetto per la Città metropolitana di Torino:
Claudia Fassero
Resp. Funzione Specializzata Progetti e Programmi Europei e Internazionali
Città Metropolitana di Torino
Tel: +39 011 861 7709
claudia.fassero@cittametropolitana.torino.it
progetti.eu@cittametropolitana.torino.it
t.me/progetti_EU_cmto

 

NEWS DEL PROGETTO

 

  • 21 Aprile 2020 - ESPON METRO Targeted Analysis. Pubblicata la call
    La Città Metropolitana di Torino coordina il gruppo di città e città metropolitane europee che hanno ottenuto un finanziamento dal programma ESPON 2020 (Inspire Policy Making with Territorial Evidence) per migliorare l'impatto territoriale e strategico degli investimenti legati alla politica di coesione.
    Pubblicata la call - con scadenza 22 giugno 2020 - per selezionare il gruppo di esperti che realizzerà la targeted analysis

  •  3  dicembre 2019- Presentazione del progetto ESPON METRO presso EUROCITIES a Bruxelles
    In data 3 dicembre, nel quadro di una serie di gruppi di lavoro istituiti intorno al tema della Urban Governance e organizzati da EUROCITIES, la Responsabile dell'Unità Progetti Europei ed Internazionali Claudia Fassero presenterà il nuovo progetto ESPON METRO sul ruolo delle future prospettive della politica di coesione nella pianificazione strategica delle aree e delle città metropolitane.
    Presentazione Progetto METRO - Claudia Fassero (pdf 6.4 MB)

 



english version