Archivio progetti del mese

L'Europa in comune: sono 30 le Antenne Europa attive sul territorio

antenna europa

Facilitare l’accesso all’informazione a livello locale, promuovere e stimolare la percezione della dimensione europea come valore aggiunto per lo sviluppo economico e sociale del territorio: queste le motivazioni che dal 2007 sostanziano il progetto “L’Europa in Comune”, che lo sportello Europe direct della Città metropolitana di Torino (fino al 2014 la Provincia) realizza con i Comuni del territorio per la gestione delle Antenne Europa. Si tratta di sportelli aperti nelle sedi di quelle amministrazioni locali che hanno sottoscritto con un protocollo d’intesa e si sono fatti moltiplicatori della capacità di fornire servizi informativi sull’Unione europea.

Le Antenne Europa sono attive in forme diverse, hanno sviluppato in questi anni azioni di sensibilizzazione, informazione e formazione con il diretto coinvolgimento dei cittadini, delle scuole o della società civile: dall’ organizzazione di eventi e manifestazioni alla celebrazione ogni 9 maggio della Festa dell’Europa, e ancora dibattiti in vista delle elezioni europee, incontri informativi sulle opportunità di mobilità per formazione, studio e lavoro, realizzazione di percorsi di educazione alla cittadinanza europea per le scuole, promozione di approfondimenti tematici su sollecitazione dei territori.

Nato principalmente sulla dimensione dell’informazione per i cittadini, il progetto “L’Europa in Comune” è ben presto diventato anche uno strumento finalizzato a mantenere e capitalizzare la positiva esperienza di relazione e sostegno tra i servizi, utile anche come mezzo di sensibilizzazione, informazione e formazione per gli amministratori locali.

Partendo dalle 12 Antenne Europa attivate fin dall’inizio del progetto nel 2007, oggi se ne contano ben 30 che, in stretto collegamento con lo sportello Europe direct di Palazzo Cisterna, si sono dedicate anche al servizio di assistenza tecnica su bandi europei e all’approfondimento informativo sulle opportunità di finanziamento.
Dal 2007 a oggi hanno sottoscritto il protocollo d’intesa impegnandosi a collaborare i Comuni di Alpignano, Bricherasio, Carmagnola, Casalborgone, Chieri, Chivasso, Ciriè, Collegno, Frossasco, Giaveno, Grugliasco, Ivrea, Luserna San Giovanni, Moncalieri, Nichelino, None, Orbassano, Osasco, Rivalta, Rivoli, San Giusto, San Maurizio Canavese, San Mauro Torinese, Settimo Torinese, Venaria Reale, Villar Perosa e Vinovo, oltre alla Circoscrizione IV della Città di Torino e al Consiglio regionale del Piemonte.