Newsletter europa e cooperazione

Dicembre 2018

 

Notizie da Bruxelles


Regolamento UE che pone fine ai blocchi geografici negli acquisti online
A partire dal 3 dicembre 2018 in tutti i Paesi europei dev'esser applicato il Regolamento UE 2018/302 volto a eliminare i blocchi geografici negli acquisti online. Il Regolamento mira a porre fine alla discriminazione dei consumatori che acquistano online,  che ora potranno accedere ai prodotti o servizi offerti da un sito web presente in un altro Stato Ue, oppure acquistarli alle stesse condizioni dei consumatori dello Stato di residenza.
Il divieto di "geo-blocking" è un elemento importante della Strategia UE per il Mercato Unico Digitale, che va ad aggiungersi a tutta una serie di misure già esistenti volte a favorire il commercio elettronico nel Mercato Unico. Le nuove norme garantiranno maggiori opportunità e benefici sia ai consumatori che alle imprese, permettendo ai consumatori di accedere a una più ampia scelta di prodotti e servizi a prezzi migliori, e alle imprese di ampliare la propria clientela oltre confine e di ridurre i costi amministrativi e di transazione.
Tra due anni la Commissione effettuerà una prima valutazione dell'impatto
del Regolamento sul mercato interno, e questa valutazione potrà comprendere l'eventuale estensione delle nuove norme ai servizi non audiovisivi forniti mediante mezzi elettronici protetti dal diritto d'autore. La Commissione valuterà inoltre se anche in altri settori - quello dei servizi legati ai trasporti e dei servizi audiovisivi - debbano essere eliminate restrizioni ingiustificate basate sulla nazionalità, il luogo di residenza o il luogo di stabilimento.


Corpo europeo di solidarietà: nuovo invito a presentare proposte
Il 10 dicembre 2018 la Commissione europea ha pubblicato un nuovo invito a presentare proposte per il Corpo europeo di solidarietà. Possono fare domanda di finanziamento sia gruppi di giovani registrati al portale del Corpo europeo, sia organismi pubblici e privati con sede in uno Stato membro dell'UE che abbiano ottenuto il necessario marchio di qualità.
I progetti ammissibili al finanziamento vanno da progetti e partenariati di volontariato a tirocini e posti di lavoro in settori quali la tutela del patrimonio culturale europeo, la promozione dell'inclusione sociale delle persone con minori opportunità e la risposta alle sfide ambientali e climatiche.
Quest'invito fa seguito al primo, pubblicato ad agosto 2018, la cui valutazione delle domande sta entrando nella fase conclusiva. Le sovvenzioni saranno erogate entro la fine dell'anno e l'inizio delle prime attività è previsto nei primi mesi del 2019.
E' possibile presentare le proposte progettuali tra il 5 febbraio e il 1° ottobre 2019, secondo il tipo di attività.

 

Eventi ed iniziative


13-17 maggio 2019, Bruxelles
EU Green Week
Settimana Verde dell'UE, dedicata al processo di attuazione delle leggi legate al settore ambientale. Verranno messi in risalto i successi ottenuti e le sfide che ancora attendono l’Europa.
La Settimana Verde includerà iniziative in tutta Europa, con l'evento ufficiale di apertura il 13 maggio in uno degli Stati membri dell'Unione europea e un vertice ad alto livello a Bruxelles dal 15 al 17 maggio. L'evento di apertura avrà un risalto particolare, dando il tono ai dibattiti della settimana. La conferenza di chiusura della Settimana illustrerà invece le conclusioni politiche della settimana.
Le iscrizioni si apriranno a marzo 2019.


Adesione alla Rete italiana Eurodesk
E' aperto il periodo per presentare la domanda di adesione alla rete nazionale italiana Eurodesk.
Possono inviare la candidatura di adesione tutte le strutture che si occupano di informazione e orientamento inserite negli enti locali e gli enti privati che operano sul territorio in virtù di una convenzione con un ente pubblico per l'erogazione di servizi di informazione e orientamento sull'Europa e/o per i giovani.
Scadenza per presentare domanda: 1° marzo 2019.


5-6 febbraio 2019, Bruxelles
EU Industry Days
La Commissione europea organizza la terza edizione degli "EU Industry Days". Le aree tematiche selezionate sono l'industria e la sostenibilità, l'industria e la globalizzazione, l'innovazione e la digitalizzazione.Durante l'iniziativa si terranno una conferenza ad alto livello con i principali esponenti politici ed esperti di vari settori industriali e sessioni organizzate da stakeholder industriali. Verranno esaminati i progressi nell'approccio strategico della Commissione in materia di politica industriale, verranno presentate le azioni per sviluppare ulteriormente la competitività industriale in Europa e sarà organizzato anche un hackathon per sviluppare soluzioni alle sfide industriali. Si terranno inoltre eventi locali nell'ambito del marchio "EU Industry Week". Questi eventi, sugli stessi temi della conferenza, si svolgeranno in tutta Europa tra gennaio e marzo 2019.


29-30 gennaio 2019, Bruxelles
Security Mission Information & Innovation Group
Come negli anni precedenti, il Security Mission Information & Innovation Group (SMI2G) sta organizzando un evento di due giorni a Bruxelles per discutere delle prossime Call Secure Societies 2019 di Horizon 2020 (in particolare, il bando "Protecting freedom and security of Europe and its citizen"), con l'intento di stimolare occasioni di networking e scambio di buone pratiche. Saranno affrontati anche tutti i topic della Focus Area "Boosting the effectiveness of the security union" e  la partecipazione al Brokerage Event permetterà di allargare la rete di contatti e di discutere le proprie idee progettuali con i practitioners presenti all'evento.


24 gennaio 2019, Bruxelles
Forum sul Futuro dell'apprendimento
Organizzato su iniziativa del Commissario per l'istruzione, la cultura, la gioventù e lo sport, l'evento fornirà una piattaforma aperta per gli scambi tra gli stakeholder del settore dell'istruzione, della formazione e della gioventù e i decisori politici.
Il Forum si concentrerà su questioni chiave che l'istruzione e la formazione dovranno affrontare in Europa e oltre fino al 2030, comprese le sfide associate: ai dati demografici, all'inclusione e alla cittadinanza, al cambiamento tecnologico e al futuro del lavoro, alla digitalizzazione della società, alle sfide ambientali, agli investimenti, alle riforme e alla governance.
L'evento sarà un'occasione per fornire contributi alla preparazione del nuovo quadro di cooperazione UE in materia di istruzione e formazione oltre il 2020 e per evidenziare alcune delle principali iniziative europee che promuovono l'istruzione e la formazione future, compreso l'apprendimento non formale e informale.


Centro Risorse del Corpo europeo di solidarietà
E' nato a Vienna il nuovo Centro Risorse dedicato all'iniziativa del Corpo europeo di solidarietà. Il Centro Risorse fornirà assistenza nella gestione del nuovo Programma alla Commissione europea, al network delle Agenzie Nazionali e ai Centri Risorse SALTO, oltre che a tutti gli stakeholder, alle organizzazioni e ai partecipanti. Sarà operativo con l'inizio del nuovo anno e verrà gestito dall'Agenzia Nazionale Erasmus+ e Corpo europeo di solidarietà austriaca.
Tra gli obiettivi prioritari vi sono quello di: essere un centro di informazione, formazione e supporto; produrre materiali di approfondimento ed elaborare strumenti di lavoro; promuovere la visibilità del Corpo europeo di solidarietà attraverso eventi a livello europeo che favoriscano l'accesso dei giovani e in particolare dei gruppi svantaggiati.
Il nuovo Centro Risorse si affianca, dunque, ai 6 centri risorse già esistenti: SALTO Eastern Europe and Caucasus, SALTO Euromed and good practises, SALTO Inclusion and Diversity, SALTO Participation and Information, SALTO South East Europe, SALTO Training & Cooperation.



Comunicazioni, concorsi, siti web, consultazioni

 
What Europe Does For Me
In vista delle elezioni europee del 2019, il Presidente del Parlamento europeo Antonio Tajani ha lanciato un nuovo sito web interattivo e multilingue, in cui gli utenti possono facilmente trovare informazioni  su ciò che l'Europa fa per la loro regione, la loro professione o il loro passatempo preferito.
Creato dal Servizio parlamentare europeo di ricerca (EPRS), in collaborazione con i Servizi di comunicazione e traduzione del Parlamento europeo, il sito è continuamente aggiornato e le informazioni  che sono fornite sono disponibili in diverse lingue dell'UE. Ad ora vi sono circa 1800 “schede”, organizzate in tre categorie principali: "In my region", "In my life" e "In Focus", che possono essere lette, condivise e riutilizzare come pagine online o file PDF.


Concorso intenazionale per artisti
Organizzato dall'Università Autonoma dello Stato di Hidalgo (Messico) nel contesto dell'International Image Festival (FINI), che si terrà dal 2 al 10 maggio 2019, il concorso intende promuovere l’arte e la cultura. Sono invitati a fare domanda studenti, artisti, professori, ricercatori e professionisti di fotografia, design, arti visive e film documentari, a partire dai 18 anni. Le proposte dovranno incentrarsi sul tema del "Populismo". Le opere presentate dovranno mostrare o riflettere questo concetto da una prospettiva politica o socioeconomica o da un punto di vista culturale. Il concorso prevede 4 categorie: 1. Fotografia (analogica e digitale); 2. Tecniche alternative (arte digitale, fotomontaggio o collage); 3. Film documentario (cortometraggio/lungometraggio); 4. Poster (tecnica libera).
La partecipazione al concorso è gratuita.
Scadenza: 15 febbraio 2019.


Bando "Un calcio al Razzismo"
In collaborazione e con il contributo di Juventus Football Club S.p.A., il Centro per l’UNESCO di Torino ha lanciato la IX edizione del Bando “Un Calcio al Razzismo”, che quest'anno vede come novità l'assegnazione di due contributi dell’importo di 5.000 euro lordi per Associazioni di volontariato-Onlus, operanti nella Regione Piemonte e iscritte al Registro Regionale del Volontariato e per Associazioni di volontariato–Onlus, operanti in Italia e iscritte al Registro Regionale del Volontariato di riferimento.
Con il contributo vinto si dovrà realizzare, entro il 21 settembre 2019, un progetto che preveda azioni concrete nell'ambito dell’inclusione e dell’integrazione, eliminando la discriminazione etnica.
La domanda di partecipazione dovrà essere inviata entro il 31 gennaio 2019.


Premio Europeo "Carlo Magno" per la Gioventù

Dal 2008 il Parlamento europeo e la "Fondazione del Premio internazionale Carlo Magno di Aquisgrana" invitano i giovani di tutti gli Stati membri dell'UE a presentare progetti gestiti da e per giovani che mostrino una partecipazione attiva allo sviluppo dell'Europa. Anche quest'anno i giovani tra i 16 e i 30 anni sono invitati a presentare delle proposte progettuali volte a promuovere e a favorire lo sviluppo di un sentimento comune di identità e di integrazione europea, a fornire modelli di comportamento per i giovani che vivono in Europa e a offrire esempi pratici di europei che vivono insieme formando un'unica comunità. I progetti possono essere presentati da singole persone o, preferibilmente, da gruppi. Il premio per il miglior progetto è di 7500 euro, il secondo 5000 euro e il terzo 2500 euro; inoltre i rappresentanti dei 28 progetti nazionali selezionati saranno invitati alla cerimonia di premiazione e ad un soggiorno di alcuni giorni ad Aachen, in Germania il 28 Maggio 2019.
E' possibile presentare la propria proposta progettuali fino al 28 gennaio 2019.


EU Prize for Women Innovators 2019
La Commissione europea ha lanciato la 6° edizione del Premio europeo per le donne innovatrici. Il concorso mira a premiare le imprenditrici che si sono distinte nel portare con successo un'innovazione sul mercato. Nello specifico, il premio sarà assegnato a un massimo di 4 donne, che hanno avuto il maggiore impatto sull'ecosistema dell'innovazione, trasformando le proprie idee in nuovi prodotti e servizi a beneficio dei cittadini europei.
Posso partecipare imprenditrici di qualsiasi nazionalità residenti in un paese europeo che abbiano fondato o co-fondato un'impresa prima del 1° gennaio 2017. Al fine di mettere in luce le nuove generazioni di imprenditrici, è anche presente una categoria (Rising Innovator prize) dedicata alle imprenditrici under 30.
Verranno attributi quattro premi: i primi tre di importo pari a €100.000, il 4° premio, il Premio Rising Innovator, di importo pari a €50.000. Il premio riconosce anche una serie di finaliste particolarmente riconosciute per il loro eccezionale record di imprenditrici e innovatrici.
Scadenza per presentare la propria candidatura: 16 gennaio 2019.


UNESCO-L'OREAL: borse di studio per giovani ricercatrici nelle Scienze della vita
Le Borse di studio annuali UNESCO-L'OREAL incoraggiano giovani ricercatrici a portare avanti i loro progetti di ricerca nel settore delle Scienze della vita presso laboratori di loro scelta al di fuori del proprio paese di origine.
Le beneficiarie sono distribuite geograficamente; tre candidate vengono selezionate da ciascuna delle cinque regioni UNESCO: Africa, Stati Arabi, Asia/Pacifico, Europa/Nord America e America Latina/Caraibi. Le candidate non devono aver superato i 35 anni d'età e devono essere impegnate in una ricerca a livello di dottorato o post-dottorato nelle seguenti materie: biologia, biochimica, biotecnologia, agricoltura, medicina, farmacia e fisiologia. Un'attenzione speciale verrà prestata alle candidate provenienti dai paesi in via di sviluppo. Verranno considerate idonee solamente ricercatrici che dimostreranno l'eccellenza nel proprio settore.
Scadenza per presentare domanda: 14 gennaio 2019.


Borse di studio per la danza contemporanea

DanceWEB è un programma europeo che prevede l'assegnazione di borse di studio per la danza contemporanea, a circa 65 giovani ballerini professionisti e coreografi. Il programma "danceWEB", della durata di 5 settimane, ha luogo ogni anno nei mesi di luglio e agosto a Vienna nel quadro del Festival ImPulsTanz. Quest'anno il programma si terrà dal 10 luglio al 14 agosto 2019 e come ogni anno sarà un'occasione di scambio di idee e conoscenze, un'occasione di aggiornamento e di incontro con artisti di fama internazionale che si raccolgono a  all'ImPulsTanz allo scopo di orientare la carriera dei partecipanti.
Posso presentare domanda ballerini e coreografi con ambizioni professionali provenienti dai paesi europei ed esterni all'UE, preferibilmente tra i 22 e i 30 anni, con una buona conoscenza dell'inglese.
Scadenza: 9 gennaio 2019.

Progetti


Progetto di cooperazione internazionale GAMe
Governance dell'Acqua nel Mediterraneo: la pianificazione strategica e i cambiamenti climatici

Prende il via il progetto di cooperazione internazionale GAMe , sui temi della governance dell'acqua e dei cambiamenti climatici.
Il progetto intende contribuire al consolidamento delle competenze delle amministrazioni locali di Italia, Spagna e Francia sui temi della governance delle risorse idriche e della pianificazione strategica, a fronte dei cambiamenti climatici in atto nell'area mediterranea.
Approfondimenti su Cronache da Palazzo Cisterna del 7 dicembre 2018.


Progetto "ecoRIS3"

    
        Logo progetto     
Workshop a Vilnius dedicato alle misure di cooperazione tra business e scienza, volte allo sviluppo regionale.
Il progetto "ecoRIS3", cui partecipa la Città Metropolitana di Torino, prosegue il percorso di confronto e scambio tra gli otto partner europei – situati in Lituania, Lettonia, Finlandia, Irlanda, Francia, Spagna, Portogallo e Italia – che stanno collaborando a livello transnazionale per migliorare i rispettivi ecosistemi di innovazione regionale e la riuscita delle strategie di specializzazione intelligente; il progetto infatti analizza modelli e buone pratiche locali relativi al contributo che l'istruzione universitaria, il mondo imprenditoriale, le autorità pubbliche e la società possono fornire all'implementazione delle strategie di specializzazione intelligente.
Il partner lituano – Sunrise Valley Science and Technology Park – ha ospitato un workshop a Vilnius il 27 e 28 novembre, dedicato alle misure di cooperazione tra business e scienza, che contribuiscono allo sviluppo regionale. I partners del progetto hanno condiviso i rispettivi migliori casi di cooperazione.
Per la Città Metropolitana di Torino i rappresentanti degli incubatori I3P e 2i3T hanno direttamente presentato le loro esperienze: Mario Vittone, ex Direttore di I3P ha parlato della storia e i dei risultati dell'incubatore del Politecnico di Torino e Giuseppe Serrao, Direttore di 2i3T, l'esperienza dell'incubatore dell'Università di Torino.
Altri casi di successo provengono da campus estesi (Cork Institute of Technology, Irlanda), incubatori d'impresa (Lettonia, Lituania), parchi scientifici (Sophia Antipolis, Francia), clusters (Lituania, Portogallo).

 


Bandi e Programmi 


Bando della Regione Piemonte sulla cultura di welfare aziendale
La Regione Piemonte ha lanciato il bando "Animazione e comunicazione istituzionale sulla cultura di welfare aziendale per il territorio piemontese" con l'obiettivo di realizzare un'azione di sistema finalizzata ad animare il territorio piemontese e a promuovere presso le imprese piemontesi, le tematiche inerenti al benessere in azienda, alle politiche e ai bisogni di welfare aziendale e di conciliazione vita-lavoro.
L'azione di comunicazione deve provenire da interlocutori istituzionalmente qualificati, in modo da renderla credibile e deve garantire la sensibilizzazione e l'animazione di tutte le aree territoriali del Piemonte, soprattutto le più decentrate o più culturalmente distanti da tali tematiche. L'intervento può anche essere realizzato veicolando il messaggio attraverso interlocutori e canali diversi di informazione/formazione; la diffusione in sedi e contesti differenti può essere di stimolo e animazione per creare una nuova cultura di welfare.
I  progetti dovranno incentrasi sullo sviluppo e la realizzazione delle azioni di animazione e comunicazione, anche attraverso l'utilizzo di canali digitali:

  • organizzazione di eventi, workshop/seminari, laboratori territoriali;
  • realizzazione di strumenti informatici (es. video, pillole di formazione...) e loro diffusione sul web o su altri canali digitali;

Le proposte progettuali dovranno mettere in evidenza l'attenzione posta a garantire l'attuazione del principio di pari opportunità e non discriminazione rispetto al genere, all'età, all'orientamento sessuale, alla nazionalità, all'origine etnica alla disabilità, alla religione o convinzioni personali. In particolare, nelle proposte progettuali, dovranno essere introdotte e descritte azioni specifiche volte a promuovere sia le pari opportunità, per prevenire le discriminazioni nell'accessibilità alle azioni previste, sia per sensibilizzare su tali tematiche i soggetti coinvolti.
Il valore di ciascun progetto deve essere compreso tra un minimo di € 60.000 e un massimo di € 100.000.
Scadenza per presentare domanda: 11 gennaio 2019.



AZIONI URBANE INNOVATIVE: aperta la 4° call

E' stato pubblicato il 4° invito a presentare proposte di progetto incentrate sulle 4 priorità tematiche:
1. Transizione digitale
2. Uso sostenibile della terra e soluzioni basate sulla natura
3. Povertà urbana
4. Sicurezza urbana
Ciascun progetto dovrà riguardare una sola di queste tematiche. I progetti da sostenere dovranno proporre soluzioni innovative, creative e durevoli per affrontare la sfida scelta e mettere in campo le competenze dei diversi stakeholder coinvolti. Le Autorità urbane dovranno pertanto stabilire solide partnership locali, coinvolgendo attivamente soggetti quali agenzie, università, ONG, imprese o altre autorità pubbliche. Tutti i partner devono provenire dall'UE, quindi possono presentare domanda tutte le autorità urbane di unità amministrative locali dell'UE con almeno 50.000 abitanti oppure associazioni/gruppi di autorità urbane di unità amministrative locali che coprono una popolazione totale di almeno 50.000 abitanti. 
Per questo invito sono stati stanziati 80 -100 milioni di euro del FESR e ciascun progetto sarà cofinanziato dal FESR fino all'80% dei costi ammissibili. Ciascun progetto potrà ricevere un contributo massimo di 5 milioni di euro. Non è previsto un budget minimo, tuttavia progetti di dimensioni ridotte, richiedenti un cofinanziamento FESR inferiore a 1 milione di euro, potrebbero avere minori possibilità di essere selezionati per il finanziamento.
Scadenza per presentare la propria proposta progettuale: 31 gennaio 2019.



Bando EaSI per lo sviluppo del mercato della finanza per le imprese sociali
Nell'ambito della programmazione EaSI è stato pubblicato il bando 2018 "Sostegno ai costi di transazione per la finanza delle imprese sociali". L'obiettivo della call è quello di favorire un ulteriore sviluppo del mercato della finanza per l'imprenditoria sociale e facilitare un maggior accesso al credito per queste tipo di imprese.
Viste le loro piccole dimensioni, le imprese sociali necessitano di finanziamenti relativamente contenuti e, poiché i costi di transazione sono relativamente elevati e i gestori dei fondi d'impatto sociale si concentrano prevalentemente su importi di maggiore entità in modo da preservare la sostenibilità del finanziamento, vi è difficoltà per queste imprese ad accedere al mercato della finanza.
Lo strumento di sostegno promosso dal bando consiste in una sovvenzione che può essere combinata con strumenti finanziari in modo da poter affrontare la discrepanza tra l'ammontare necessario e sostenibile del finanziamento. In questo modo vengono concessi investimenti di capitale di rischio inferiori a 500.000 euro, che altrimenti non avrebbero luogo.
L'invito a presentare domanda è rivolto a persone giuridiche quali:
1) un fondo di investimento, un fondo di fondi, una società veicolo (special purpose vehicle);
2) un organismo di (co-) investimento;
Questi soggetti devono appartenenere ad uno dei Paesi ammissibili al programma EaSI, ovvero Stati UE, Paesi candidati all'UE (ex Repubblica jugoslava di Macedonia, Montenegro, Turchia, Serbia, Albania), Islanda, Norvegia. Il budget a disposizione del bando è pari a 3.000.000 euro. I progetti che verranno selezionati potranno essere cofinanziati dall'UE fino all'80% dei costi totali ammissibili e il contributo richiesto dovrà essere compreso tra 300.000 e 1.000.000 euro.
Scadenza per presentare domanda: 21 marzo 2019.



Erasmus+: lanciato il bando generale 2019
Nell'ambito della programmazione Erasmus+ è stato pubblicato il nuovo bando generale per il 2019. Le proposte di progetto dovranno incentrarsi su una delle tre Azioni Chiave del programma (Azione Chiave 1 - Mobilità individuale ai fini dell'apprendimento, Azione Chiave 2 - Cooperazione per l'innovazione e lo scambio di buone prassi, Azione Chiave 3 - Sostegno alle riforme delle politiche) oppure sulle Attività Jean Monnet o sulle Azioni nel settore dello Sport.
Il bando è rivolto a qualsiasi organismo, pubblico o privato, attivo nei settori dell'istruzione, della formazione, della gioventù e dello sport. Tuttavia, per ogni singola azione sopra indicata sono ammissibili organismi ben specificati. Il bando è inoltre aperto a organismi  presenti nei cd. Paesi partecipanti al programma . Ad alcune azioni possono partecipare anche organismi stabiliti nei cd. Paesi partner del programma; per conoscere la corrispondenza tra azioni e Paesi ammissibili si veda la "Guida al programma". Alle azioni Jean Monnet possono partecipare istituti di istruzione superiore/organismi di tutto il mondo.
Il budget a disposizione della call è di 2733, 4 milioni di euro, così ripartiti:
- Istruzione e formazione: 2503,4 milioni di euro;
- Gioventù: 167,7 milioni di euro;
- Jean Monnet: 13,7 milioni di euro;
- Sport: 48,6 milioni di euro;
Prime scadenze utili nel mese di febbraio, per visualizzare tutte le altre scadenze, consulta la voce espandibile di seguito linkata.

Scadenze bando 2019

Azione Chiave 1
- Mobilità individuale nel settore della gioventù: 5 febbraio 2019
- Mobilità individuale nel settore dell'istruzione superiore: 5 febbraio 2019
- Mobilità individuale nei settori dell'IFP, dell'istruzione scolastica e dell'istruzione per adulti: 5 febbraio     2019
- Mobilità individuale nel settore della gioventù: 30 aprile 2019
- Mobilità individuale nel settore della gioventù: 1°ottobre 2019
- Diplomi di master congiunti Erasmus Mundus: 14 febbraio 2019
- Master congiunti Erasmus Mundus – Invito congiunto UE-Giappone: 1°aprile 2019

Azione Chiave 2
- Partenariati strategici nel settore della gioventù: 5 febbraio 2019
- Partenariati strategici nel settore dell'istruzione e della formazione: 21 marzo 2019
- Partenariati strategici nel settore della gioventù: 30 aprile 2019
- Partenariati strategici nel settore della gioventù: 1°ottobre 2019
- Università europee: 28 febbraio 2019
- Alleanze per la conoscenza: 28 febbraio 2019
- Alleanze per le abilità settoriali: 28 febbraio 2019
- Rafforzamento delle capacità nel settore dell'istruzione superiore: 7 febbraio 2019
- Rafforzamento delle capacità nel settore della gioventù: 24 gennaio 2019

Azione Chiave 3 
Progetti nell'ambito del dialogo con i giovani: 5 febbraio 201930 aprile 20191°ottobre 2019

Azioni Jean Monnet

Cattedre, moduli, centri di eccellenza, sostegno alle istituzioni e alle associazioni, reti, progetti: 22 febbraio 2019 

Azioni nel settore dello Sport 

- Partenariati di collaborazione: 4 aprile 2019
- Piccoli partenariati di collaborazione: 4 aprile 2019
- Eventi sportivi europei senza scopo di lucro: 4 aprile 2019




PRIMA: anticipazione bando 2019
Il partenariato congiunto per la ricerca e l'innovazione nel settore idrico e agroalimentare nell'area del Mediterraneo, è una Public-Public Partnership che consente all'UE di partecipare a programmi di ricerca intrapresi congiuntamente da più Stati membri, con una prospettiva di cooperazione tra Paesi di lungo termine.
L'obiettivo generale di PRIMA è prevedere soluzioni innovative comuni nel settore dell'approvvigionamento idrico e dei sistemi alimentari, di cui la regione mediterranea ha urgente necessità, rendendo in tal modo l'approvvigionamento idrico e i sistemi alimentari nell'area del Mediterraneo più efficienti e contribuendo così a risolvere i problemi più gravi che attualmente si riscontrano nel settore dell'alimentazione, della salute, del benessere e della migrazione.
L'iniziativa coinvolge 19 Paesi euro-mediterranei, tra cui 11 Stati UE (Cipro, Croazia, Francia, Germania, Grecia, Italia, Lussemburgo, Malta, Portogallo, Slovenia, Spagna) e 8 Paesi extra UE (Algeria, Egitto, Giordania, Israele, Libano, Marocco, Tunisia, Turchia).
Il bando 2019 sarà pubblicato a breve, nel primo trimestre del 2019.
Sul sito del Programma è possibile scaricare le slides presentate durante l'INFODAY di presentazione del prossimo bando, che sarà pubblicato a breve.




  • Per consultare tutte le notizie consulta la pagina NEWS del sito 
  • Se vuoi segnalare questa Newsletter ad un amico, accedi alla pagina dell'iscrizione.
  • Per informazioni su opportunità di tirocinio, volontariato e lavoro nella cooperazione internazionale visita la pagina dedicata. 

 

Ensure social inclusiveness of cities: